L’integrazione Europea è sempre più di nuova generazione

Successo della missione in Tirana della ministra del governo austriaco per le politiche giovanili, Claudia Plakolm, in occasione degli eventi connessi alla capitale europea della gioventù 2022. L’integrazione europea dei Balcani occidentali, e principalmente dell’Albania, parla e sempre di più parlerà con il linguaggio e le attese delle nuove generazioni. Lo ha ribadito con entusiasmo, e con il vigore dei dati relativi alla cooperazione binazionale, la ministra dello Stato austriaco per le politiche giovanili, onorevole Claudia Plakolm, in occasione della propria visita a Tirana per gli eventi programmati nell’ambito della capitale europea dei giovani 2022.

Messaggio promozionale: dal 20 febbraio il nuovo libro di Beppe Ghisolfi sarà in vendita

Molto intenso il programma delle giornate condotte dalla rappresentante del governo dell’Austria nel Paese delle Aquile: dal colloquio con il sindaco di Tirana Erion Veliaj, al summit conviviale con una delegazione di giovani coordinata dalla Ministra omologa del Governo Rama, Bora Muzhaqi, alla quale la collega austriaca ha espresso complimenti sinceri per l’impegno instancabile in atto negli ambiti dell’educazione civica e professionale; fino alla conferenza svolta assieme all’Ambasciatore dell’Unione Europea, Luigi Soreca, nella prestigiosa cornice della Europe House, dove si è discusso della volontà del governo austriaco di continuare a sostenere gli sforzi della Repubblica d’Albania nella direzione di una consapevole e fruttuosa integrazione UE nel segno dei diritti sociali e civili, della formazione continua, della transizione ecologica e digitale non come imposizione dall’alto ma come sostegno alla capacità progettuale dalla base territoriale.

La Ministra del governo austriaco per le politiche giovanili, Claudia Plakolm, con l’omologa albanese Bora Muzhaqi
La rappresentante del governo di Vienna con il sindaco di Tirana, Capitale europea dei giovani, Erion Veliaj
L’Ambasciatore di Vienna in Albania, Christian Steiner
La ministra dell’Austria alla european house dialoga con i giovani assieme all’Ambasciatore della UE Luigi Soreca

La cooperazione austriaca in Albania si è tradotta in un sostegno logistico e finanziario indirizzato a iniziative in grado di promuovere la mobilitazione di idee e risorse pubblico private su alcuni settori portanti, dalla modernizzazione e trasparenza delle pubbliche amministrazioni, con l’obiettivo del loro sempre migliore rapporto con la società civile e la cittadinanza, alla riqualificazione e potenziamento dei servizi sociali e sanitari, fino alla incentivazione della produzione energetica da fonti rinnovabili a partire da quella idrica. I progetti binazionali hanno ricevuto un apporto pari a quasi 27 milioni di euro, che hanno favorito l’attrazione e l’attivazione di ulteriori investimenti e attività. La Ministra Plakolm è stata accompagnata, nel proprio tour istituzionale, dall’Ambasciatore Christian Steiner.

L’editoriale di A.Z

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...