Bledar Shella: gli effetti del conflitto internazionale si faranno sentire in Albania, ma il 2022 resterà un anno di crescita economica

Le previsioni del Presidente dell’Associazione bancaria del Paese delle Aquile: lo sviluppo del settore infrastrutturale sosterrà la continuità del credito. I dati statistici più recenti e attualizzati, recependo le variazioni al rialzo dell’inflazione e la conseguente tempestiva reazione della Banca centrale d’Albania a tutela della moneta nazionale, lasciano pochi spazi ai dubbi: l’Albania è un Paese che, per molti settori, compreso quello energetico nel caso di protratta siccità, si basa sulle importazioni, e ciò avrà un impatto sulla catena degli approvvigionamenti di fattori produttivi, materie prime e prodotti finiti. Gli effetti saranno anche indiretti nei confronti dell’industria turistica che pure confermerà un andamento netto positivo sebbene dovrà fare i conti con il domino dei rincari internazionali e con la necessità di nuove strategie di marketing in grado di diversificare ulteriormente i mercati di provenienza degli arrivi e delle presenze.

Continua a leggere “Bledar Shella: gli effetti del conflitto internazionale si faranno sentire in Albania, ma il 2022 resterà un anno di crescita economica”