Risultati dell’indagine della BCE sui professionisti delle previsioni per il terzo trimestre del 2022

Le aspettative di inflazione IAPC sono state riviste al rialzo su tutti gli orizzonti. Le aspettative di crescita del PIL reale sono riviste al ribasso per il più breve termine, ma per il resto sostanzialmente stabili. Le aspettative sul tasso di disoccupazione sono riviste al ribasso per tutti gli orizzonti. Nell’indagine della Banca centrale europea (BCE) sui professionisti della previsione (SPF) per il terzo trimestre del 2022, gli intervistati hanno rivisto al rialzo le proprie aspettative di inflazione per tutti gli orizzonti. Per il 2022, 2023 e 2024, questi si attestano rispettivamente al 7,3%, 3,6% e 2,1%, 1,3, 1,2 e 0,2 punti percentuali in più rispetto al precedente round di indagine. Secondo gli intervistati, le revisioni al rialzo riflettono principalmente l’aumento dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari, ma anche il trasferimento più forte del previsto degli aumenti dei costi di input.

Continua a leggere “Risultati dell’indagine della BCE sui professionisti delle previsioni per il terzo trimestre del 2022”

Fed & Bce: verso la fine della politica monetaria a due velocità, il rialzo dello spread anticipa la nuova tendenza globale

La banca centrale statunitense, guidata da Jerome Powell, aumenta il costo del denaro più delle aspettative della vigilia, obbligando Francoforte ad accelerare la fine della strategia accomodante. Il differenziale di rendimenti tra BTP Italiani e Bund Tedeschi si conferma – come detto dal Banchiere Beppe Ghisolfi – una “tassa sui poveri” nel senso einaudiano vero dell’espressione. Washington ha messo in atto un meccanismo di portata planetaria i cui contorni erano stati delineati abbastanza chiaramente sia dagli analisti, sia dagli andamenti oramai costantemente rialzisti dello spread in Europa.

Continua a leggere “Fed & Bce: verso la fine della politica monetaria a due velocità, il rialzo dello spread anticipa la nuova tendenza globale”

Bellissima mostra interattiva della Bundesbank

Da Costanza a Sylt, da Aquisgrana a Görlitz: da aprile a fine ottobre la Bundesbank visita 90 città e comunità in Germania con un camion da esposizione. Il membro del consiglio Burkhard Balz ha aperto la mostra il 7 aprile. “Vogliamo parlare con la popolazione locale, rispondere alle loro domande sull’euro e raccogliere i loro suggerimenti”, ha spiegato Balz. “Perché una banca centrale può garantire la stabilità monetaria come suo compito primario solo se gode della fiducia e del sostegno del popolo “, ha proseguito Balz. All’inaugurazione è intervenuto anche il ministro delle finanze dell’Assia, Michael Boddenberg.

Continua a leggere “Bellissima mostra interattiva della Bundesbank”

Christine Lagarde: “Gli indicatori di mercato suggeriscono che l’inflazione resterà alta nel breve termine, per poi moderarsi”

La presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, nella conferenza stampa dopo il Consiglio Direttivo ha fatto sapere con chiarezza che le decisioni di politica monetaria della Bce dipenderanno dai dati economici e dall’evolvere della situazione e Francoforte manterrà opzioni, gradualità, e flessibilità nei prossimi mesi.

Continua a leggere “Christine Lagarde: “Gli indicatori di mercato suggeriscono che l’inflazione resterà alta nel breve termine, per poi moderarsi””

Banca nazionale di Serbia: nessun cambiamento nel tasso guida di riferimento, la stretta monetaria continua attraverso aumenti medi del tasso pronti contro termine

Il comitato esecutivo della NBS ha votato per mantenere invariato il tasso di riferimento all’1,0% e per continuare a inasprire le condizioni monetarie, sfruttando la flessibilità del quadro di politica monetaria, aumentando il tasso medio ponderato repo nelle aste repo inverse, nonché come percentuale di liquidità in eccesso di dinari ritirata in quelle aste. Nell’ultima asta dei pronti contro termine tenutasi questo mese, il tasso medio ponderato dei pronti contro termine è stato pari allo 0,90%, che è vicino al tasso guida di riferimento e di 79 pb in più rispetto all’inizio di ottobre 2021, quando è iniziato il processo di stretta monetaria.

Continua a leggere “Banca nazionale di Serbia: nessun cambiamento nel tasso guida di riferimento, la stretta monetaria continua attraverso aumenti medi del tasso pronti contro termine”

Albania: il governatore Gent Sejko viaggia verso la rielezione al vertice della Banca Centrale Nazionale

Il Governatore Gent Sejko, dopo avere ricevuto il plauso della Commissione parlamentare per l’economia e la finanza, ha ottenuto più recentemente il parere favorevole espresso dalla Presidenza della Repubblica per la sua rielezione al vertice della Banca centrale d’Albania. Il governatore Sejko ha ottenuto elogi trasversali e bipartisan per il ruolo svolto nella gestione dei fondamentali macroeconomici del Paese nel corso delle drammatiche fasi del terremoto del novembre 2019 e della prima ondata pandemica del 2020, preparando una cornice di provvedimenti favorevoli alla successiva ripartenza delle attività produttive, creditizie e di tutela del risparmio diffuso delle famiglie. Attualmente la Banca centrale d’Albania è impegnata nel contenimento delle conseguenze sociali connesse alle spinte inflazionistiche internazionali, e nella salvaguardia delle condizioni per una continuità dei sostegni liquidi a cittadini e piccolo business attraverso gli istituti bancari retail attivi nel territorio albanese.

Continua a leggere “Albania: il governatore Gent Sejko viaggia verso la rielezione al vertice della Banca Centrale Nazionale”

Federal Reserve: votata l’azione di politica monetaria

Gli indicatori dell’attività economica e dell’occupazione hanno continuato a rafforzarsi. I settori più colpiti dalla pandemia sono migliorati negli ultimi mesi, ma sono stati colpiti dal recente forte aumento dei casi di COVID-19. I guadagni di posti di lavoro sono stati solidi negli ultimi mesi e il tasso di disoccupazione è notevolmente diminuito. Gli squilibri dell’offerta e della domanda legati alla pandemia e alla riapertura dell’economia hanno continuato a contribuire a livelli elevati di inflazione. Le condizioni finanziarie complessive rimangono accomodanti, riflettendo in parte le misure politiche a sostegno dell’economia e del flusso di credito alle famiglie e alle imprese statunitensi.

Continua a leggere “Federal Reserve: votata l’azione di politica monetaria”

Decisioni di politica monetaria della Banca d’Albania

Il 3 novembre 2021, il Consiglio di vigilanza della Banca d’Albania ha esaminato e approvato la Relazione trimestrale sulla politica monetaria. Dopo aver discusso degli sviluppi economici e monetari nel paese e del loro andamento atteso, il Consiglio di Sorveglianza della Banca d’Albania ha deciso:

Continua a leggere “Decisioni di politica monetaria della Banca d’Albania”