I Radicali Italiani in difesa del suolo

“Secondo i dati Ispra appena pubblicati il 2021 è maglia nera per consumo di suolo negli ultimi 10 anni, con una media di 19 ettari al giorno. Si tratta di un problema strutturale del nostro Paese, serve una legge per la protezione”, così in una nota Massimiliano Iervolino, Giulia Crivellini e Igor Boni, segretario, tesoriera e presidente di Radicali Italiani. Continua a leggere “I Radicali Italiani in difesa del suolo”

Biologico: Anabio-Cia, fare rete sul territorio per aziende leader della transizione

Costruire una rete territoriale, diffusa ed efficiente, al servizio delle aziende agricole per valorizzare, sostenere e rafforzare il biologico in Italia. Questo è l’obiettivo di Anabio, l’associazione dedicata di Cia-Agricoltori Italiani, che sul tema ha organizzato un incontro-dibattito nei giorni scorsi a Roma, all’Auditorium “Giuseppe Avolio”, insieme a Mipaaf, Ismea, Federbio e Aiab.

Continua a leggere “Biologico: Anabio-Cia, fare rete sul territorio per aziende leader della transizione”

Al via il nuovo programma “Piemonte digitale 2030”

“Piemonte digitale 2030” è il nuovo programma che la Regione ha voluto creare per sostenere ed accompagnare i Comuni piemontesi nell’accesso ai fondi per la trasformazione digitale, a partire dai bandi del Pnrr attualmente aperti, grazie ad un gruppo di professionisti ed esperti di Csi e Torino Wireless che fornirà assistenza progettuale e procedurale in collaborazione con gli altri enti che operano a supporto di questi aspetti.

Continua a leggere “Al via il nuovo programma “Piemonte digitale 2030””

Intesa Sanpaolo: importante accordo con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale

Intesa Sanpaolo ha siglato un accordo con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale per lo sviluppo dell’attività portuale e dell’economia ad essa collegata con importanti impatti positivi anche per l’entroterra triestino.

Continua a leggere “Intesa Sanpaolo: importante accordo con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale”

Banca Intesa e Confindustria: 12,5 miliardi di euro per le imprese del Piemonte

Si è svolta mercoledì 1 giugno a Cuneo, nella sede di Confindustria Cuneo in Via Vittorio Bersezio 9, la presentazione del nuovo accordo tra Confindustria e Intesa Sanpaolo per la crescita delle imprese. Un accordo basato sul percorso congiunto “Disegnare il futuro: Competitività, Innovazione, Sostenibilità” che mette a disposizione 12,5 miliardi di euro per le imprese del Piemonte, nell’ambito dei 150 miliardi di euro del plafond nazionale, per promuovere l’evoluzione del sistema produttivo su questi tre driver fondamentali per la crescita e in coerenza con il PNRR.

Continua a leggere “Banca Intesa e Confindustria: 12,5 miliardi di euro per le imprese del Piemonte”

Ue: “Non penalizzeremo l’Italia, ma il 2023 serva a politiche di aiuto selettive e non più universali”

Il commissario europeo Paolo Gentiloni rassicura che obiettivo di Bruxelles non è favorire un aumento delle imposizioni fiscali, semmai facilitare la transizione verso il ritorno alla normalità macroeconomica: “Però le riforme del Pnrr vanno realizzate rapidamente”. L’Italia beneficerà anche con riferimento al 2023 della clausola di sospensione del patto di stabilità e del fiscal compact: questo, in un anno molto delicato in quanto corrispondente alla campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento, non dovrà in ogni caso tradursi nell’autorizzazione a spese pubbliche illimitate, soprattutto di parte corrente, bensì dovrà coincidere con l’avvio fin da ora di una transizione accompagnata verso aiuti e sostegni non più universali bensì selettivi e indirizzati in via prioritaria alle categorie economiche e sociali in maggiore sofferenza.

Continua a leggere “Ue: “Non penalizzeremo l’Italia, ma il 2023 serva a politiche di aiuto selettive e non più universali””

Nuovo accordo tra Confindustria e Intesa Sanpaolo 40 miliardi di euro per le imprese lombarde

Si è svolta la settimana scorsa a Como la terza tappa lombarda del roadshow degli incontri territoriali di presentazione del nuovo Accordo tra Confindustria e Intesa Sanpaolo per la crescita delle imprese. Un accordo basato sul percorso congiunto “Competitività, Innovazione, Sostenibilità” che mette a disposizione oltre 40 miliardi di euro per le imprese lombarde, nell’ambito dei 150 miliardi di euro del plafond nazionale, per promuovere l’evoluzione del sistema produttivo su questi tre driver fondamentali per la crescita e in coerenza con il PNRR.

Continua a leggere “Nuovo accordo tra Confindustria e Intesa Sanpaolo 40 miliardi di euro per le imprese lombarde”

Scuola: il Pnrr non si arrenda alla denatalità ma crei un’istruzione che eviti la dispersione interna e attiri talenti dall’estero

Leggendo i dati e le proiezioni che fanno parte del capitolo Scuola del Pnrr, e incrociando gli stessi con quelli che dovrebbero essere, su base annuale e in corso di ogni anno, i provvedimenti ordinari di attuazione di questo, così come di altri decisivi settori del Piano nazionale di ripresa e resilienza, qualche riflessione è d’obbligo e d’urgenza.

Continua a leggere “Scuola: il Pnrr non si arrenda alla denatalità ma crei un’istruzione che eviti la dispersione interna e attiri talenti dall’estero”

Sorpresa: il Pnrr viene utilizzato non per investire ma per risparmiare

Su oltre 222 miliardi di dotazione finanziaria, 60 miliardi fanno riferimento a opere già in precedenza previste dai bilanci statali e territoriali, ma i cui stanziamenti attendevano reali impegni di spesa. Scorrendo un articolo scientifico della prestigiosa rivista Il Mulino, spunta all’evidenza del lettore un dettaglio di assoluta sostanza: il Pnrr, che annovera una dote globale di oltre 222 miliardi – tra fondo perduto, fondi condizionati alle riforme e risorse statali complementari – viene utilizzato non per investire, ma per risparmiare. O meglio, per fare risparmiare nella misura di 60 miliardi di euro i bilanci dello Stato e degli altri enti pubblici, intervenendo a sostegno di opere già in precedenza programmate ma caratterizzate da stanziamenti mai accompagnati da reali impegni di spesa.

Continua a leggere “Sorpresa: il Pnrr viene utilizzato non per investire ma per risparmiare”

PNRR, l’allarme dei costruttori: i rincari mettono a rischio gli appalti, urgono 10 miliardi in più

Le imprese delle costruzioni condividono le stesse preoccupazioni che erano state espresse dal Presidente dell’ABI Antonio Patuelli, sugli effetti dell’inflazione energetica e bellica che non rende più attuali molte delle previsioni racchiuse nel Piano nazionale di ripresa e resilienza. Il presidente di Ance nazionale, Gabriele Buia, è stato lapidario nella propria analisi: soltanto per rendere praticabile il capitolo Infrastrutture, contenuto nel Piano nazionale di ripresa e resilienza – Pnrr, serviranno integrazioni di risorse per 3 miliardi, destinati a salire a dieci per impedire il fermo dell’intero settore dei lavori pubblici a causa della valanga di rincari intervenuti nelle quotazioni internazionali dei prezzi dell’energia e delle materie prime destinate all’edilizia e all’impiantistica.

Continua a leggere “PNRR, l’allarme dei costruttori: i rincari mettono a rischio gli appalti, urgono 10 miliardi in più”