Nato compatta a Madrid: Svezia e Finlandia benvenute, Ucraina vincerà

Il premier albanese Edi Rama tra i protagonisti del summit dell’alleanza atlantica: elogi da Biden per l’azione riformatrice condotta a livello nazionale e per il ruolo nel consiglio di sicurezza ONU. La scelta della Turchia di rimuovere il veto nei confronti dell’ipotesi di ammettere Svezia e Finlandia nella NATO, a fronte di garanzie rinforzate nella lotta al terrorismo, rappresenta il culmine di una intensa giornata di lavori per il summit plenario dei capi di Stato e di Governo dell’alleanza atlantica convocato in Spagna a Madrid.

Continua a leggere “Nato compatta a Madrid: Svezia e Finlandia benvenute, Ucraina vincerà”

Le Banche centrali mettono al centro l’educazione finanziaria

Grande iniziativa di Andrea Ceccherini, Presidente dell’osservatorio giovani – editori, con un gruppo di banchieri centrali al quale aderisce il nostro Ignazio Visco. “L’alfabetizzazione economica non è più un’opzione, ma diventa un obbligo a livello UE”.
Ceccherini, molto apprezzato nel mondo per il proprio impegno civico maturato fin dall’età studentesca, ha espresso parole di elogio anche nei confronti del manuale di Beppe Ghisolfi fin dalla prima edizione.

Continua a leggere “Le Banche centrali mettono al centro l’educazione finanziaria”

Una Francia non governabile non giova neanche ai populisti di casa nostra: ma i francesi sono più saggi di quanto sembri

Lo schieramento politico del Presidente Macron viene sconfitto ai ballottaggi, molti ministri uscenti hanno dovuto subire l’onta della mancata rielezione. Eppure, i cittadini votanti d’oltralpe hanno dimostrato più saggezza di quanto in apparenza non sembri. Ecco perché, anche se prima di tutto è d’obbligo una premessa: quando a recarsi ai seggi è meno di un avente diritto su due, a perdere è l’arco costituzionale nel proprio insieme, poiché l’offerta politica corrente viene giudicata inadeguata nei confronti delle nuove e più drammatiche emergenze domestiche e internazionali, e non idonea a modificare in meglio la condizione di chi ha scelto di astenersi e di non partecipare al processo democratico.

Continua a leggere “Una Francia non governabile non giova neanche ai populisti di casa nostra: ma i francesi sono più saggi di quanto sembri”

Il Federal Reserve Act richiede al Federal Reserve Board di presentare al Congresso il Rapporto sulla politica monetaria

Il Federal Reserve Act richiede al Federal Reserve Board di presentare al Congresso relazioni scritte contenenti discussioni sulla “condotta della politica monetaria e sugli sviluppi economici e sulle prospettive per il futuro”.

Continua a leggere “Il Federal Reserve Act richiede al Federal Reserve Board di presentare al Congresso il Rapporto sulla politica monetaria”

Con Melenchon la Francia si tinge di rosso e prova a creare l’asse del salario minimo con la Germania

Oltralpe il primo turno delle elezioni legislative ha certificato le attese della vigilia, e sancito il progressista tradizionalista Jean Luc Melenchon come reale antagonista del riformista tecnocrate Emmanuel Macron rieletto due mesi fa al vertice dell’Eliseo. Nuovamente sconfitta la populista di destra Marine le Pen, che già al primo turno delle popolari presidenziali aveva rischiato di lasciare il secondo posto allo stesso Melenchon, e che ora si appresta sì a portare al Parlamento nazionale un più alto numero di parlamentari ma soltanto con la prospettiva di essere il terzo incomodo tra il centrismo di Macron e il socialismo radicale del suo avversario.

Continua a leggere “Con Melenchon la Francia si tinge di rosso e prova a creare l’asse del salario minimo con la Germania”

Il salario minimo? Rischia di essere una trappola per tutti

L’adeguamento delle tutele retributive contro l’inflazione è una necessità che deve essere perseguita evitando diktat populistici non meno dannosi del già sperimentato reddito di cittadinanza. La Germania ha aperto la pista con una prima applicazione concreta, che in due passaggi condurrà dal prossimo autunno alla fissazione di 12 euro di paga oraria minimale. La Commissione Europea di Ursula von der Leyen, quasi in una prova simultanea tra Berlino e Bruxelles, è riuscita a portare in approvazione una direttiva, più generica che generale, nella quale il concetto di retribuzione di base, sempre per ora lavorata, dovrà essere recepito da ogni singolo Stato in funzione delle caratteristiche economiche locali. In pratica, la fotografia della situazione odierna che lascia irrisolti i temi del dumping sociale entro i confini della UE.

Continua a leggere “Il salario minimo? Rischia di essere una trappola per tutti”

L’inflazione europea è in crescita: a lanciare l’allarme il governatore della Banca di Francia, Francois Villeroy de Galhau,

L’inflazione europea negli ultimi mesi è cresciuta notevolmente, passando dal 7,4% del mese di aprile all’8,1% di maggio. Un preciso andamento che suscita riflessioni e cautele da parte degli investitori. Sul tema è tornato anche il governatore della Banca di Francia, Francois Villeroy de Galhau, affermando che la BCE deve ridurre gli stimoli poiché l’inflazione è troppo forte e troppo ampia.

Continua a leggere “L’inflazione europea è in crescita: a lanciare l’allarme il governatore della Banca di Francia, Francois Villeroy de Galhau,”

Fed, Jerome H. Powell presta giuramento per il suo secondo mandato come presidente del consiglio dei governatori

Jerome H. Powell lunedì 23 maggio ha prestato giuramento per il suo secondo mandato come presidente del consiglio dei governatori del sistema della Federal Reserve. Il giuramento del presidente Powell è stato seguito dal vicepresidente Lael Brainard nella sala conferenze stampa dell’edificio Martin del consiglio di amministrazione.

Continua a leggere “Fed, Jerome H. Powell presta giuramento per il suo secondo mandato come presidente del consiglio dei governatori”

Straordinari per i profughi di guerra ucraini: i dipendenti del Dsgv donano oltre 100.000 euro attraverso lavori extra

I dipendenti delle casse di risparmio tedesche e dell’Associazione Giro (DSGV) hanno finora raccolto più di 100.000 euro per i rifugiati di guerra ucraini. L’orgogliosa somma è stata raccolta perché i dipendenti hanno donato parte del loro lavoro straordinario. Il DSGV ha convertito la donazione degli straordinari in una corrispondente donazione in denaro.

Continua a leggere “Straordinari per i profughi di guerra ucraini: i dipendenti del Dsgv donano oltre 100.000 euro attraverso lavori extra”

13 e 14 maggio: a Stoccarda c’è stato il G7 Agricoltura

L’invasione russa e le sue ripercussioni in Ucraina, la sicurezza alimentare globale pregiudicata dalla crisi geopolitica in atto, i sistemi alimentari sostenibili, il panorama del commercio agricolo e le catene di approvvigionamento agroalimentare. Questi i temi al centro della Ministeriale G7 Agricoltura, che si è svolta a Stoccarda il 13 e 14 maggio e che ha visto la partecipazione dei Ministri dell’Agricoltura del G7, i DG FAO e OSCE e la presenza eccezionale del Ministro della Politica Agraria e dell’Alimentazione dell’Ucraina, Mykola Solsky.

Continua a leggere “13 e 14 maggio: a Stoccarda c’è stato il G7 Agricoltura”