Giorgio Draperis, Dg Banca di Caraglio: “Nel 2023 punteremo al consolidamento del nostro posizionamento territoriale”

Il direttore generale della Banca di Caraglio, Giorgio Draperis, è un fiume in piena su “Le Banche d’Italia” parlando del loro Istituto di credito sempre più punto di riferimento del mondo bancario piemontese e ligure. Il dott. Draperis è felice dei risultati della Banca, che proprio quest’anno ha compiuto il suo 130esimo compleanno.

Dott. Giorgio Draperis il 2022 sta per volgere al termine. La Banca di Caraglio che risultati ha ottenuto quest’anno?

Parlare di risultati 2022, ad Esercizio non Ancora concluso, diventa difficile in quanto ci sono aspetti che dovranno ancora essere oggetto di valutazione al fine dell’applicazione delle nostre consolidate prassi di prudenza nella gestione del credito deteriorato. I brillanti risultati ottenuti nella semestrale del corrente anno, lasciano comunque presagire che il 130° Esercizio della Banca si concluderà con uno dei migliori bilanci di sempre, forse il migliore in assoluto.

Il Dg di Banca di Caraglio Giorgio Draperis

A suo avviso il nuovo governo, guidato da Giorgia Meloni, che misure dovrebbe adottare per sostenere il mondo bancario italiano?

Sostenere il mondo bancario italiano vuole dire in prima istanza sostenere famiglie ed imprese. Noi banche siamo normalmente il primo e l’ultimo anello della catena del processo economico di una Nazione. Tutte le misure che l’attuale Governo andrà ad adottare a favore delle famiglie e a sostegno del sistema produttivo Nazionale andranno sicuramente ad impattare indirettamente sul sistema bancario italiano.

Nel corso del 2022 quanti mutui avete concesso?

Tra mutui rivolti alle famiglie ed alle Imprese, chiudiamo l’anno con uno Stock di oltre 1.500 mutui.

Come giudica l’operato di questi anni del presidente Abi, Antonio Patuelli?

Il Dott. Antonio Patuelli, che ho avuto l’onore di conoscere in occasione di un recente Forum organizzato dall’editore Aragno presso Villa Tornaforte a Cuneo, rappresenta una figura di spicco all’interno del mondo bancario italiano, oltre ad essere un profondo ed insostituibile conoscitore delle problematiche che nel tempo hanno investito il nostro mondo. La sua lunga carriera, alla guida dell’Associazione Bancaria Italiana, testimonia l’elevato profilo e la preziosa guida che ha sempre rappresentato nel suo ruolo.

Quali sono i vostri obiettivi per il 2023?

I nostri obiettivi 2023 sono il consolidamento del nostro posizionamento territoriale, oltre a nuovi progetti di sviluppo in aree di interesse sia per il nostro Istituto che per la nostra Capogruppo Cassa Centrale Banca. Punteremo inoltre ad un ulteriore rafforzamento patrimoniale, al fine di continuare a crescere nella nostra vocazione di volano dello sviluppo economico del nostro territorio.

Il direttore responsabile Agrippino Castania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...