La lezione dall’Albania: sotto l’albero di Natale bollette invariate per il sedicesimo mese consecutivo

La Vicepremier e Ministra delegata Belinda Balluku: la situazione piovosa e il senso di responsabilità dei cittadini in tema di consumi di luce sono stati premianti. Un bellissimo regalo di Natale per famiglie e piccole e medie imprese: la soglia degli ottocento chilowattora mensili, indicata come estrema ratio e come tetto al di sopra del quale fare scattare in via eventuale l’adeguamento delle tariffe agli andamenti dei mercati internazionali – uscendo dalla sfera dei prezzi amministrati – non troverà applicazione neppure nel mese di dicembre.


La comunicazione, molto attesa, è arrivata dalla vicepresidente del Consiglio dei ministri del Governo Rama, e Ministra titolare delle politiche energetiche e infrastrutturali, onorevole Belinda Balluku: “Desidero prima di tutto ringraziare ogni singolo cittadino per il senso di responsabilità che ancora una volta ha dimostrato con riferimento al mese di novembre e alla prima parte di dicembre, aderendo alla campagna governativa di sensibilizzazione per un consumo responsabile dell’elettricità. Questa tendenza, che va consolidandosi in maniera virtuosa, si abbina a una congiuntura climatica meteorologica contrassegnata dal ritorno di piogge abbondanti che hanno portato a pieno regime la capacità di generazione idroelettrica del fiume Drin, rendendo meno necessario il ricorso alle importazioni per coprire i fabbisogni residui”.

La vicepremier esorta tuttavia a non abbassare la guardia: “Siamo entrati nel sedicesimo mese consecutivo di applicazione del pacchetto di resistenza sociale che ha consentito e sta consentendo di garantire tariffe invariate al livello precedente lo scoppio dei movimenti speculativi e dell’aggressione russa all’Ucraina. Un’azione di politica economica e per la coesione che non ha eguali in ambito europeo, che è stata interamente assunta a livello oneroso dal nostro Governo affinché ogni sovraccosto sugli utenti finali fosse neutralizzato in maniera preventiva.

Questo provvedimento ha ricevuto i più ampi elogi dalla comunità internazionale e degli investitori, oltre che dalla Commissione europea che ha deliberato una cospicua riassegnazione di fondi con cui fare fronte a eventuali future necessità di importazione di energia senza con ciò penalizzare i cittadini e le aziende”.

Conclude la Ministra Balluku: “Il mantenimento di comportamenti responsabili da parte delle famiglie, a cui va la mia gratitudine e quella di tutto il Governo, rappresenta una delle principali condizioni affinché la soglia degli ottocento chilowattora mensili possa rimanere disapplicata, e si possa di conseguenza rimanere in un regime di prezzi tutelati e di copertura statale della parte differenziale in aumento rispetto alle tariffe praticate in sede di bolletta della luce”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...