La Ministra Ibrahimaj: Educazione finanziaria, alleato contro l’economia informale

La Ministra dell’economia e delle finanze del Governo Rama, Delina Ibrahimaj, ha preso parte alla conferenza stampa convocata dal governatore della Banca centrale d’Albania, Gent Sejko, nel salone del Museo nazionale della Moneta, sul tema dei sistemi di pagamento e della presentazione degli aspetti del pacchetto fiscale per il 2023 più direttamente connessi alla lotta contro la informalità.

La Ministra Ibrahimaj ha sottolineato che, a differenza di quanto contestato dai gruppi di opposizione parlamentare, non vi sono aspetti volti a penalizzare il sistema delle micro, piccole e medie imprese, per le quali sono confermate tutte le previsioni e le aree di esenzione dalla fiscalità diretta e di neutralizzazione degli effetti dei rincari energetici internazionali.

Le misure introdotte tendono unicamente a migliorare il clima di informazione finanziaria, il tasso di inclusione bancaria e il regime di convenienza a preferire modalità di pagamento tracciabili, digitali ed elettronici in alternativa a un eccessivo utilizzo della carta moneta e del denaro contante.

In tale direzione si colloca il registro dei conti bancari, che negli intendimenti della Ministra e del Governo, in sinergia con la Banca centrale e con l’associazione bancaria albanese, creerà un patrimonio informativo utile al censimento delle posizioni debitorie dei cittadini, per individuare accorgimenti tempestivi volti a prevenire situazioni di rischio o di sovra indebitamento, e alle attività dell’amministrazione finanziaria per testare la conformità rispetto alle dichiarazioni fiscali.

A Tirana: il Banchiere internazionale Beppe Ghisolfi e l’addetto stampa Alessandro Zorgniotti ospiti del Museo della moneta e del capo ufficio studi della Banca centrale d’Albania, Altin Tanku

La Ministra Ibrahimaj ha confermato la bontà del clima di collaborazione e di mutua cooperazione instaurato tra Governo e Banca centrale – che opera altresì come istituto di emissione della moneta locale Lek – per fare convergere gli obiettivi di politica economica, tributaria e monetaria: circostanza che sta consentendo di contenere a una cifra il tasso d’inflazione, rendendo meno onerose le importazioni, senza colpire le esportazioni in aumento netto, e rafforzando il Lek nei tassi di cambio con dollaro statunitense e dell’euro, così da tutelare e rafforzare il risparmio locale e da creare economie di spesa in sede di conversione valutaria per acquisti di prodotti USA e UE.

La strategia nazionale dell’educazione finanziaria, ha sottolineato la Ministra Ibrahimaj, è un passaggio e pilastro che riveste una valenza decisiva per estendere l’area dell’economia legale, ampliare la base imponibile e favorire azioni di consolidamento fiscale in grado di garantire aliquote d’imposta assolutamente eque, sostenibili e molto attrattive per gli investitori esteri e per i residenti.

La stessa riforma del mercato dei capitali riflette gli obiettivi di trasparenza e di approccio ai consumatori come investitori dei propri risparmi su prodotti e servizi utili a canalizzare risorse finalizzate a sostenere il sistema delle imprese e i programmi di investimento pubblico e di modernizzazione delle infrastrutture dello Stato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...