Il museo storico nazionale, un’eccellenza non solo di Tirana

Lo straordinario sito espositivo sorge nel cuore della capitale albanese e della piazza che porta il nome di Skanderbeg. Dal mito e dalla mitologia degli Illiri alla tragedia della dittatura stalinista ateista, fino alle espressioni artistiche più contemporanee. Il museo storico Nazionale d’Albania è tutto ciò, esprimendo un valore aggiunto culturale bene al di là dello stesso e pur rilevante patrimonio espositivo offerto al proprio pubblico in costante e continua crescita, come peraltro è stato certificato dal ministero della cultura. Diretto da Dorian Koci, il polo museale è attualmente connotato da uno straordinario intervento di rigenerazione post sismica coincidente in particolare con la grande facciata mosaicata volta alla piazza del municipio e dei ministeri.

Il dramma dei campi di internamento del comunismo staliniano, al centro dell’impegno della Ambasciatrice USA Yuri Kim a favore dei superstiti delle vittime del regime

Il nostro giornale, da sempre sensibile al vivace mondo della cultura albanese – caratterizzato da numerose affinità con il panorama storico culturale Italiano – apprezza lo straordinario impegno del direttore Koci a favore della crescita incentivata del numero di visitatori che ogni mese concorrono al successo di questa fondamentale infrastruttura conoscitiva consistente, all’atto pratico, in una sorta di macchina del tempo che, attraverso un itinerario guidato su due piani, ripercorre la Storia nazionale a un tempo gloriosa e drammatica del Paese delle Aquile.

Quando tutto crollò nel 1991 sulla spinta globale di una inarrestabile domanda di libertà e democrazia sostanziale
Una giovane madre Teresa di Calcutta, simbolo della santità sociale albanese che trae la propria forza dalla vocazione laica universale del messaggio di comunione dei Popoli

Bellissimi e struggenti i riferimenti alla Santa madre Teresa di Calcutta, così come destano inevitabilmente un forte coinvolgimento emotivo i riferimenti visivi alla tragedia della dittatura stalinista ateista.

Dorian Koci Direttore del museo storico nazionale d’Albania a Tirana

Un viaggio emozionale che consideriamo assolutamente imperdibile per chiunque si rechi a Tirana anche soltanto per pochi giorni di turismo familiare o di lavoro.

L’editoriale di AZ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...