L’annuncio di Bilali e Muzhaqi: le start up sono legge di Stato

Le due ministre del governo Rama, delegate rispettivamente alla tutela delle PMI e alle politiche giovanili, hanno comunicato giovedì sera la definitiva approvazione parlamentare dell’atteso provvedimento. Plauso dalle delegazioni diplomatiche e finanziarie e, per le alte implicazioni educative, dal Banchiere internazionale Beppe Ghisolfi. Le start up – espressione americana indicante le nuove imprese innovative che nascono soprattutto da intuizioni su brevetti e soluzioni informatiche – sono da oggi ufficialmente legge di Stato in Albania. L’annuncio è stato pubblicato giovedì sera – a conclusione di una intensa giornata parlamentare che ha affrontato altresì il nodo dei rincari energetici – dalle ministre di Stato del governo Rama Edona Bilali e Bora Muzhaqi, delegate rispettivamente alla tutela delle PMI e all’educazione civica giovanile.

Messaggio promozionale: il nuovo libro di Beppe Ghisolfi è già in vendita
Care Lettrici delle Banche d’Italia, con il simbolo dell’Aquila d’Albania a due teste, simbolo di fratellanza tra Ovest ed Est, e con le ali eccezionalmente dispiegate a mimosa, la Redazione augura buona settimana internazionale della Donna, con il cuore volto all’Ucraina e alle vittime di violenza

La normativa, beneficiata da un consenso unificante e trasversale che ne certifica ulteriormente la validità, prevede l’istituzione di un fondo di garanzia di durata iniziale quadriennale pari a 10 milioni di euro – per favorire la finanziabilità delle idee aziendali a elevato valore aggiunto nei confronti del settore bancario e del mercato dei capitali – e l’entrata in funzione di un duplice registro informatico secondo il principio “zero costi e zero burocrazia”, con una prima sezione dedicata ai titolari (anche lavoratori in remoto non residenti) di brevetti, marchi, progetti e programmi software, e una seconda riservata ai cosiddetti tutor e facilitatori, categoria che ricomprende scuole, università, laboratori di ricerca, fondi di risparmio e investimento, professionisti e tutor titolari di competenze digitali e finanziarie.

In senso orario, la videoconferenza tra il Banchiere mondiale Beppe Ghisolfi e l’eccezionale Ministra Edona Bilali sui temi dell’educazione manageriale e finanziaria; l’onorevole Bilali con la collega Bora Muzhaqi in Parlamento e con il nostro sopraffino giornalista Alessandro Zorgniotti all’atto di ricevere i Manuali Aragno di educazione finanziaria

Punto centrale della legge, la previsione di un periodo iniziale di assistenza ministeriale che sarà fornita in forma gratuita ai soggetti – persone fisiche o giuridiche – che si iscriveranno nei due registri prima ricordati, al fine di affiancarli di passo in passo nello sviluppo dell’idea aziendale e di business fino alla fase della pre-industrializzazione e di metterli nella condizione di accedere alle agevolazioni e ai finanziamenti previsti per le imprese ordinarie in funzione del settore di appartenenza. Le scuole e le università che entreranno a fare parte dell’ecosistema delle start up adotteranno programmi di educazione digitale, linguistica, finanziaria e manageriale.

La redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...