Quando il debito si converte in Sviluppo: riparte con vigore il programma IADSA per il 2022

La fuoriuscita dalla emergenza pandemica si misura anche attraverso la piena ripresa dei programmi binazionali di cooperazione allo sviluppo, i quali oltre a rappresentare una risorsa per la crescita del territorio di destinazione, costituiscono altresì un trampolino importante per esportare lo stile, il gusto, i prodotti e i servizi del made in Italy. Il 2021, nello specifico, è stato un anno molto importante di transizione verso una sempre più dinamica ripartenza di progetti e attività. Come annunciato da Sua eccellenza l’Ambasciatore italiano Fabrizio Bucci sui social media ufficiali della delegazione diplomatica del nostro Paese a Tirana: con il dottor Basilio Toth, condirettore per l’Italia del programma IADSA, è infatti ai nastri di avvio un anno molto intenso sul piano delle proposte che saranno condivise con le istituzioni locali della Repubblica d’Albania in settori che vanno dall’istruzione e formazione professionale alle reti di infrastrutture, dal turismo alla qualificazione agroalimentare ai servizi per l’aggregazione e la sicurezza sociale.

Messaggio promozionale: dal 20 febbraio il nuovo libro di Beppe Ghisolfi sarà in

Lo IADSA, istituito nel 2011, è uno speciale programma di riconversione del debito che, attraverso un comitato paritetico di gestione designato dalla nostra Ambasciata e dal governo del Paese delle Aquile, valorizza l’iniziativa degli enti locali e delle associazioni del terzo settore attraverso interventi di finanziamento integrale o di cofinanziamento di interventi in grado di apportare migliorie strutturali alla qualità della vita e al livello del benessere delle aree geografiche e delle categorie di popolazione coinvolte.

Il contributo si sviluppa per il tramite di bandi o call che vengono annualmente comunicate dagli uffici di gestione del programma. Il dottor Basilio Toth ha assunto la carica di condirettore di parte italiana nella seconda parte dello scorso anno. Il biennio programmatico 2020 – 2022 prevede un pacchetto progettuale per un totale di 12 milioni di euro ripartiti tra una quarantina di iniziative.

L’editoriale di A.Z

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...