Fondo Monetario Internazionale: “L’Eurozona è in forte ripresa”

“Le politiche economiche nell’area dell’euro hanno sostenuto con forza i redditi delle famiglie e protetto i bilanci delle imprese. Gli alti livelli di vaccinazione e il crescente adattamento alla pandemia hanno anche contribuito a favorire una forte ripresa economica”. Lo sottolinea il Dipartimento europeo del Fondo Monetario Internazionale. Il Dipartimento fa sapere che la sfida ora è coordinare la normalizzazione della politica economica di fronte all’elevata incertezza, inclusi l’evoluzione e le eredità della pandemia, nonché le tensioni geopolitiche in corso. “L’agilità sarà – scrive il FMI – fondamentale, poiché le politiche diventano sempre più mirate a contenere le cicatrici e mitigare un potenziale aumento della disuguaglianza e della povertà. Una volta che l’espansione sarà saldamente avviata, in particolare i paesi altamente indebitati dovranno ridurre i propri debiti. Piani credibili per raggiungere questo obiettivo dovrebbero essere annunciati ora. Inoltre, le norme di bilancio dell’Unione europea devono essere riformate, compresa la considerazione di un fondo per il clima a livello dell’UE”.

Messaggio promozionale: dal 20 febbraio il nuovo libro di Beppe Ghisolfi sarà in vendita

Al di sotto della linea di base, la dinamica dell’inflazione a medio termine dovrebbe rimanere debole. Ma i rischi di inflazione al rialzo sono chiaramente aumentati e la Banca centrale europea dovrebbe essere pronta ad adeguare la rotta secondo necessità. Alcuni paesi dell’area dell’euro potrebbero inasprire la loro posizione macroprudenziale date le valutazioni degli asset allungate, soprattutto nei mercati immobiliari. Il mercato del lavoro si è ripreso rapidamente ma in modo non uniforme tra i settori.

“Le politiche devono – conclude il Dipartimento europeo del FMI – facilitare la riallocazione del lavoro e proteggere i più vulnerabili, il che include la riqualificazione e il miglioramento delle competenze dei lavoratori, l’utilizzo di sussidi per le assunzioni e il potenziamento di reti di sicurezza mirate. Le riforme strutturali e gli investimenti ad alto impatto previsti nel pacchetto Next Generation dell’Unione europea sono fondamentali per rafforzare la resilienza, sostenere le transizioni verde e digitale e stimolare la crescita potenziale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...