Camera di commercio femminile d’Albania: ufficializzati i Comitati tematici interni

Si sviluppa e si articola ulteriormente l’azione dell’ente di promozione economica presieduto dalla imprenditrice e manager Antonela Hako. Ulteriori passi in avanti per il rafforzamento delle attività esecutive della Camera di commercio femminile in Albania, l’istituzione associativa di categoria fondata a Tirana da un dinamico e propositivo gruppo di donne, alte professioniste, manager e imprenditrici di primo piano nell’economia industriale del Paese (dal food alle costruzioni ai servizi di marketing), coordinate dalla Presidente Antonela Hako, fondatrice e titolare dell’omonimo gruppo leader nell’ambito agroalimentare.

Messaggio promozionale: dal 20 febbraio il nuovo libro di Beppe Ghisolfi sarà in vendita

È stata infatti deliberata la costituzione dei comitati interni, a carattere tematico e settoriale, destinati a rappresentare altrettanti gruppi di lavoro per la stesura di progetti e proposte nel confronto con le istituzioni pubbliche decidenti a parità di competenza, e con le altre realtà esterne e associazioni di rappresentanza professionale e aziendale.

Antonela Hako, presidente della Camera di commercio femminile in Albania

I comitati, singolarmente o in maniera coordinata tra di loro, avranno la funzione di analizzare problemi e questioni di particolare complessità sul piano tecnico e merceologico, valorizzando la dote e l’esperienza manageriale di chi ne fa parte. Ecco di seguito i gruppi di lavoro, le materie di cui si occuperanno e le dirigenti camerali rispettivamente chiamate a coordinare gli stessi:

Mass media e comunicazione: Anisa Ymeri
Legislazione e tassazione: Ersida Doci

Salute e sicurezza sociale: Merita Mucaj
Agricoltura e industria alimentare: Griselda Cela
Turismo e servizi: Arjana Isaku

Costruzioni, infrastrutture, energia: Rudina Murati

Innovazione e tecnologia: Rafaela Rica

Industria tessile e fasoneria: Aurela Bakushi
Cultura: Irena Toci

Artigianato: Suela Kicibelli

La Camera di commercio femminile albanese è sorta come sfida all’emergenza pandemica che ha afflitto i Balcani nel 2020, e fin dalla propria fase di insediamento ha promosso un ampio paniere di servizi a valere sulla formazione continua, sulle politiche di avviamento aziendale e sulla creazione delle più ampie partnership regionale con le associazioni omologhe e similari presenti nelle Nazioni vicine. La nostra redazione si unisce agli auguri di buon lavoro.

A.Z

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...