Banca d’Albania: il governatore Gent Sejko verso la rielezione

Parere favorevole della competente commissione parlamentare: dopo avere fronteggiato con successo le emergenze dovute al terremoto del 2019 e alla pandemia del 2020, adesso la strategia dell’istituto nazionale è protesa alla gestione degli scenari inflazionistici e all’assorbimento del loro impatto sul cammino avviato della ripresa economica. La commissione parlamentare per l’economia e la finanza, rappresentata dal deputato socialista Eduard Shalsi, ha espresso parere favorevole alla proposta di rielezione dell’attuale governatore della Banca centrale d’Albania, Gent Sejko, come componente della governance della fondamentale Istituzione di governo monetario del Paese delle Aquile.

Il governatore Gent Sejko con il Primo Ministro Albanese Edi Rama

Il ruolo di Sejko è stato elogiato per il contributo che, attraverso la politica monetaria – basata sulla valuta nazionale Lek – ha apportato alla strategia di superamento delle drammatiche emergenze che tra la fine del 2019 e tutto il 2020 hanno messo a durissima prova il sistema Paese prima con il violento terremoto e poi con la pandemia mondiale.

Messaggio promozionale: dal 20 febbraio il nuovo libro di Beppe Ghisolfi sarà in vendita

Adesso la nuova sfida assume le fattezze dell’inflazione: il governatore Sejko ha comunicato di non voler procedere all’aumento dei tassi di interesse al fine di non penalizzare un tessuto di business basato su attività in prevalenza individuali e familiari di tipo tradizionale, dal commercio al minuto all’artigianato alla ricettività turistica passando per l’agricoltura, e di attendersi una ridiscesa del livello dei prezzi da giugno, in conseguenza della prevedibile stabilizzazione dei listini energetici e combustibili.

Gent Sejko con l’omologo italiano Ignazio Visco
Il Banchiere Beppe Ghisolfi ha in più occasioni elogiato il ruolo delle banche centrali nel cammino di stabilizzazione dei mercati e di integrazione tra politica monetaria e politica economica, dove l’educazione finanziaria è uno snodo decisivo anche nelle politiche di cooperazione adriatica poiché si tratta di economie nazionali sempre più interconnesse

L’Albania sta investendo sulla propria autonomia nel campo dell’energia, ma resta il problema della benzina che risente delle quotazioni internazionali, mentre il governo Rama è riuscito a impedire il rincaro delle bollette su famiglie e piccole imprese grazie a un intervento di finanza straordinaria. Gent Sejko è da sempre un sostenitore convinto dell’educazione finanziaria, e la Banca d’Albania ogni anno partecipa assieme al ministero dell’istruzione e all’associazione bancaria albanese alle giornate dedicate allaalfabetizzazione economica e monetaria degli studenti: “Si tratta di una disciplina che va insegnata nelle scuole quanto prima possibile”, ha dichiarato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...