Federal Reserve: votata l’azione di politica monetaria

Gli indicatori dell’attività economica e dell’occupazione hanno continuato a rafforzarsi. I settori più colpiti dalla pandemia sono migliorati negli ultimi mesi, ma sono stati colpiti dal recente forte aumento dei casi di COVID-19. I guadagni di posti di lavoro sono stati solidi negli ultimi mesi e il tasso di disoccupazione è notevolmente diminuito. Gli squilibri dell’offerta e della domanda legati alla pandemia e alla riapertura dell’economia hanno continuato a contribuire a livelli elevati di inflazione. Le condizioni finanziarie complessive rimangono accomodanti, riflettendo in parte le misure politiche a sostegno dell’economia e del flusso di credito alle famiglie e alle imprese statunitensi.

Messaggio promozionale: a febbraio esce il nuovo libro di Beppe Ghisolfi

Il percorso dell’economia continua a dipendere dal corso del virus. Si prevede che i progressi nelle vaccinazioni e un allentamento dei vincoli di offerta sosterranno i continui guadagni dell’attività economica e dell’occupazione, nonché una riduzione dell’inflazione. Permangono rischi per le prospettive economiche, anche da nuove varianti del virus.

Il Comitato cerca di raggiungere la massima occupazione e inflazione al tasso del 2 per cento nel lungo periodo. A sostegno di questi obiettivi, il Comitato ha deciso di mantenere l’intervallo target per il tasso sui fondi federali da 0 a 1/4 per cento. Con un’inflazione ben al di sopra del 2 per cento e un mercato del lavoro forte, il Comitato prevede che presto sarà opportuno aumentare la fascia obiettivo per il tasso sui fondi federali.

Il Comitato ha deciso di continuare a ridurre il ritmo mensile degli acquisti netti di attività, portandoli a termine all’inizio di marzo. A partire da febbraio, il Comitato aumenterà le sue disponibilità di titoli del Tesoro di almeno $ 20 miliardi al mese e di titoli garantiti da ipoteca di agenzie di almeno $ 10 miliardi al mese. La Federal Reserve’

Nel valutare l’atteggiamento appropriato della politica monetaria, il Comitato continuerà a monitorare le implicazioni delle informazioni in entrata per le prospettive economiche. Il Comitato sarebbe disposto ad adeguare opportunamente l’orientamento della politica monetaria qualora emergessero rischi che potrebbero impedire il raggiungimento degli obiettivi del Comitato.

Le valutazioni del Comitato terranno conto di un’ampia gamma di informazioni, comprese le letture sulla salute pubblica, le condizioni del mercato del lavoro, le pressioni inflazionistiche e le aspettative di inflazione e gli sviluppi finanziari e internazionali. Hanno votato a favore dell’azione di politica monetaria Jerome H. Powell, presidente; John C. Williams, vicepresidente; Michelle W. Bowman; Lael Brainard; James Bullard; Ester L. George; Patrick Harker; Loretta J. Mester; e Christopher J. Waller. Patrick Harker ha votato come membro supplente in questa riunione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...