Il passo lento, ma deciso, delle “fate” che sconfiggono la violenza con l’Educazione economica

A Scutari esiste in forma consolidata una realtà impegnata a promuovere l’emancipazione femminile con strumenti diversificati di tutela giuridica, educazione finanziaria, filiera corta tra agricoltura e produzioni artigianali. Le strutture, localizzate nel cuore della città di riferimento dell’Albania del Nord, spaziano da un centro di ascolto e progettazione a una caratteristica bottega-ristorante, e hanno ricevuto l’elogio e il sostegno della Ministra per la piccola e media impresa, Edona Bilali. Anche alla luce del primo recente dialogo interlocutorio via web tra il Banchiere scrittore Beppe Ghisolfi – riconosciuto pioniere dell’educazione finanziaria – e la Ministra Edona Bilali – promotrice della legge sulle Startup -, le realtà attive e in fase di ulteriore crescita nel distretto di Scutari inducono a concretamente ben sperare in progetti integrati tra formazione economica, emancipazione da condizioni di partenza anche molto difficili e avviamento imprenditoriale ad alto valore tecnico e sociale.

La Ministra Edona Bilali con la signora Denada alla bottega ristorante Art I Zanave

Tre tasselli che insieme formano esperienze come quella del Centro sociale “Hapa te lehte”, espressione che dalla lingua albanese si traduce in “Passo lento”. Lento sì, ma deciso e determinato come le donne che hanno creato questa realtà aggregativa con il supporto di importanti donatori internazionali inclusa la cooperazione diplomatica italiana nel Paese delle Aquile. Un autentico laboratorio che costituisce un punto di ascolto e di progettazione e che – come spiega la referente dottoressa Denada – ha finora accompagnato, attraverso un percorso di educazione finanziaria, tutela legale e sostegno al primo avviamento aziendale, 24 gruppi di Donne tristemente vittime di abusi domestici e di dipendenza economica da ex partner violenti.

Il piccolo mondo antico di Art I Zanave, bottega contadina a km zero nel cuore veneziano di Scutari

Il centro di Scutari si pone al servizio di una vasta regione circostante caratterizzata da una pluralità di piccoli e piccolissimi villaggi spesso isolati, dove la condizione femminile si pone come anello debole di situazioni familiari precarie. In tali scenari, vengono compiuti “Passi lenti” ma progressivi, per favorire il recupero di consapevolezza nella Donna e per fare in modo che il sostegno iniziale, in forma per esempio di contributo all’avvio di attività di lavoro autonomo, sia seguito da ulteriori azioni di sviluppo e consolidamento. Come quelle che hanno condotto alla nascita del ristorante-bottega “Art I Zanave”, letteralmente “L’arte delle Fate”, un accogliente emporio gastronomico che nel cuore “veneziano” di Scutari, tra i locali della movida giovanile e dei musei nazionali, accoglie i turisti in una atmosfera classicamente e anticamente rurale, con arredi che profumano di legno fresco e intarsiato e con profumi di piatti caldi realizzati dalle cuoche che con sapienza utilizzano e innovano i menù della tradizione contadina utilizzando secondo il principio della filiera corta e del chilometro zero i prodotti conferiti dalle produttrici agricole ubicate nei villaggi collinari e montani circostanti.

L’Educazione finanziaria è un tassello fondamentale delle politiche di emancipazione e di avviamento e sviluppo di start up sociali

Uno straordinario modello di startup sociale innovativa, dove la storia locale si coniuga con modelli di business aperti alle esigenze di un turismo internazionale che riscopre il buon gusto a tavola e utilizza le nuove tecnologie interattive per orientarsi nei territori da visitare. I concreti sostegni della Ministra Bilali, così come i prestigiosi elogi del Banchiere Professor Ghisolfi, educatore finanziario per antonomasia per famiglie, formano per esperienze socio-economiche di questo tipo un viatico che consente senza dubbio di … accelerare il passo.

A.Z

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...